Pubblicità

Frutta e verdura di stagione: cosa mangiare a giugno, come fare la spesa e cosa cucinare. Siete curiosi di scoprire le novità di questo mese?

Finalmente arriva l’estate, ci vuole una carica in più per contrastare il caldo, per aiutare la nostra pelle ad affrontare il primo sole ma ne vale la pena, finalmente tanta luce e tante possibilità in più di passare maggiore tempo fuori casa, magari in mezzo alla natura o anche in una bella spiaggia per rilassarsi.

In giugno riproponiamoci di fare una spesa più attenta: frutta e verdura di stagione non mancano, scegliamola con attenzione in base a come la vogliamo consumare, se è ancora un pochino acerba e non maturerà centrifughiamola, se invece è un po’ troppo matura potremmo farne un frullato o un dessert ma se è al punto giusto vai di crudo.

Quindi cosa occorre per fare la spesa di giugno (ma anche per il resto dei mesi):

  1. una lista per la spesa;
  2. volontà di seguirla;
  3. app come Edo per individuare subito la qualità degli alimenti.

Solitamente il reparto frutta e verdura è il primo che s’incontra nel supermercato, dobbiamo cercare di concentrarci maggiormente su questo senza lasciarci attrarre dagli ammalianti snack e dalle bibite pronte.

Stiamo andando incontro al caldo quindi tanta acqua e succhi bio (meglio se fatti in casa), non dimentichiamo inoltre di fare il pieno di betacarotene per aiutare la nostra pelle.

Ecco qual è la lista della spesa di giugno:

Per acquistare dei buoni prodotti usiamo dei piccoli accorgimenti: le fragole non devono essere troppo scure, le ciliegie non ammaccate, i meloni devono essere sodi ma non molli, il cocomero deve esser verde brillante con le estremità color crema, le pesche per ora sono a pasta bianca è meglio scegliere quelle sode e profumate, sono particolarmente buone e dolci le pesche tabacchiera attenzione: se non sono profumate non sanno di nulla e son acerbe.

Frutta e verdura di stagione: cosa mangiare a giugno e perché

Ci siamo, finalmente arriverà il primo tuffo e potremmo goderci qualche calda oretta al sole. Ma non dimentichiamo di fare provvista di pesche, nespole, ciliegie, pomodori, meloni, peperoni ed albicocche che son le principali alleate della tintarella poiché ricche di betacarotene e licopene, vitamina A e fibre. Le albicocche sono un ottimo snack contro i morsi di fame fra un pasto e l’altro.

Zucchine e borragine regnano sovrane: depurative e ricche di acido folico, da consumare esclusivamente cotte.

Cominciano a vedersi le prime angurie che insieme a scarola, lattuga e pesche sono i cibi diuretici per eccellenza, fanno bene alla vescica, alla pelle ed all’intestino.

I frutti di bosco sono ricchi di vitamina B9, acido citrico e acido idrocinnamico nonché di flavonoidi ed antociani, sono un vero e proprio elisir di bellezza e di giovinezza.

Le ciliege sono depurative, come le albicocche, ma non solo difatti combattono il ristagno dei liquidi, la cellulite e sono ottime per depurare il fegato.

I primi fichi dolci e gustosi sono ottimi contro il caldo ma sconsigliati ai diabetici, poiché molto ricchi di zuccheri.

Troviamo ancora i fagiolini e le taccole una buona fonte di sali minerali, fibre e potassio.

Ceci, fagioli e lenticchie freschi sono un’ottima risorsa di proteine ma soprattutto di potassio, calcio, fosforo, magnesio, sodio, ferro, zinco, rame, manganese e selenio ma anche di Vitamine B1, B2, B3, B5, e B6, folati, C, K e J e vitamina E; aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo e la depressione, inoltre sono molto ricchi di fibre.

Frutta e verdura di stagione: ricette di giugno e rimedi naturali

Fiori di zucca fritti

  • una decina di fiori di zucca
  • farina di riso qb
  • 2 uova
  • acqua frizzante ghiacciata

Pulire bene i fiori di zucca ed asciugarli, preparare la pastella con la farina di riso, le uova e l’acqua frizzante.

Amalgamare con cura fino a che la pastella sia omogenea ma non collosa. Immergere i fiori di zucca uno per uno e friggerli in abbondante olio bollente.

Rimedio per le scottature

  • foglie esterne della lattuga

Bollire le foglie esterne della lattuga e schiacciarle per ridurle in purea, una volta freddate stenderle sulla zona colpita dall’eritema solare per alleviare l’arsura ed il bruciore.

Dahl

Il dahl di lenticchie è un piatto indiano molto speziato che potrete servire come zuppa o come contorno, magari accompagnato da uno stufato di ortaggi di stagione.

Tritare la cipolla e farla soffriggere in poco olio evo, aggiungere le lenticchie, il brodo poco per volta e le spezie a piacere. Lasciar cuocere almeno 45 minuti.

Peperoni arrosto

Tagliare i peperoni a metà ed ancora a metà privandoli delle coste bianche interne. Passateli in forno finché non saranno teneri ed abbrustoliti e poi chiudeteli in un sacchetto lasciandoli riposare qualche minuto. Privarli quindi della pellicina esterna e condirli con aglio, prezzemolo ed origano tritati, infine aggiungere un pizzico di sale ed un filo di olio evo.

Porridge con mirtilli

  • mezza tazza di avena
  • latte di soia qb
  • 1 cucchiaino di miele
  • mirtilli freschi

Metter a scaldare in un pentolino poco latte di soia, unire il miele, l’avena e mescolare finché il liquido non si assorbe, aggiungere altro latte finché l’avena non è completamente cotta. Versare nella tazza e aggiungere i mirtilli freschi.

Previous

Insalata Greca: ricette facili e veloci

Next

Candida: sintomi, cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Disclaimer
*Le informazioni fornite su filnita.com sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, etc.).

Potrebbe Interessarti Anche