Pubblicità

Il trattamento laser anti rughe e anti aging. Come funziona , prezzi , benefici e controindicazioni.

Il laser si è molto diffuso negli ultimi decenni nel campo della medicina , e della medicina estetica in particolar modo. In estetica ormai si utilizza il laser per rimuovere molti inestetismi , come le macchie cutanee dovute al sole o alla vecchiaia , le rughe sottili , le cicatrici da acne e le smagliature.

Nei trattamenti anti rughe il laser è ormai una valida alternativa a filler , lifting e botulino , che viene scelta sempre più spesso anche per minori controindicazioni rispetto a queste tecniche : si pensi a quante star hanno perso di espressività a causa della trazione della pelle tipica del lifting o , addirittura , hanno ottenuto peggioramenti estetici dovuti a lifting mal riusciti ed iniezioni errate di botulino .

Le tipologie di Laser impiegate in medicina estetica e differenze tra laser CO2 e Laser Erbium

I laser impiegati contro le rughe sono sostanzialmente di due tipi  , che prendono il nome dalla sostanza che costituisce il cosiddetto mezzo attivo , ovvero il materiale che opportunamente stimolato emette la radiazione luminosa  :

  • il laser CO2 , cioè ad anidride carbonica . Si tratta quindi di un laser a gas .
  • il laser Erbium , che è un laser a stato solido , perché il mezzo attivo è appunto l’erbio , un elemento chimico presente sulla tavola degli elementi con numero atomico 68.

Il laser emette un raggio di luce ad alta intensità , che ha tra le caratteristiche quella di essere direzionato in una area precisa e circoscritta ( il termine esatto è fascio collimato ) ; la luce viene assorbita dall’acqua presente nelle cellule della nostra pelle e ne provoca la vaporizzazione . Questo crea delle micro – lesioni che si riparano con la sintesi di nuovo collagene e nuove cellule , così la pelle appare più liscia , compatta e dall’aspetto più giovane. Il termine corretto di questo processo è fototermolisi selettiva .

Le differenze tra i due Laser stanno nella lunghezza d’onda ( 10.600 nm per il Laser CO2 e 2.940 nm per il laser Erbium ) che determina una differente affinità con l’acqua presente nelle cellule : il laser Erbium:YAG è 16 volte più affine con l’acqua e questo ne determina l’uso nelle applicazioni dove è necessaria una penetrazione in minor profondità nella cute , un’azione più superficiale ma comunque efficace , con tempi di recupero inferiori.

La minore affinità del laser CO2 con l’acqua presente nei tessuti ne determina una maggiore penetrazione in profondità ( nell’epidermide l’acqua è prevalentemente intracellulare , mentre nel derma è extracellulare ) e un maggior effetto termico.

Qualche definizione : cosa significa laser frazionale o frazionato , ablativo e non ablativo ?

Come dice il nome stesso , il laser frazionale si chiama in questo modo perché la luce non è “piena” per tutta la sezione del fascio complessivo , ma questo è contenuto da tatti piccoli fasci che permettono di colpire solo una porzione di piccoli punti della superficie investita dal fascio complessivo ( Zone Micro Termiche , Micro Thermal Zone – MTZ ) con dei micro danni termici di tipo coagulativo , lasciando invece inalterati tutti gli altri punti .

E’ da questi punti che non sono colpiti che si crea la rigenerazione dei tessuti e questa tecnica permette inoltre una guarigione molto più breve ( solitamente 4-5 giorni ) e disagi molto inferiori.

Un’altra distinzione che si sente spesso a proposito dei trattamenti laser è tra laser ablativo e laser non ablativo.

Cosa significa Laser ablativo ? L’ablazione è l’interessamento superficiale della pelle , quindi i laser ablativi sono quelli che , oltre ad interessare il derma , operano anche un danno a livello dell’epidermide che comporta un intervento più invasivo. Questo da luogo spesso a risultati più efficaci ed evidenti , ma a fronte di alcune medicazioni successive al trattamento per evitare effetti collaterali.

Invece cosa significa Laser non ablativo ? Come avrete intuito dalla definizione precedente ,  il laser non ablativo interviene sugli strati inferiori della pelle senza interessare la superficie , stimolando la generazione di neo-collagene. Non sono previsti quindi medicamenti particolari e periodi di recupero e il soggetto interessato può tornare immediatamente a tutte le normali attività. Per contro possono essere necessarie più sedute di trattamento rispetto al laser ablativo.

I risultati del laser , quante sedute sono necessarie e quanto costano.

Con il laser si ottengono ottimi risultati per le rughe poco profonde e per le macchie cutanee ,mentre per quelle più profonde si possono verificare solo lievi miglioramenti.

Nonostante la pelle appaia più giovane ,questo sistema non è in grado di ostacolare l’inesorabile invecchiamento , i risultati sono solo temporanei purtroppo , però è possibile ripetere il trattamento.

La seduta di laser può durare dai 30 ai 60 minuti e deve essere fatta in ambulatorio ; un mese prima dell’intervento devono essere usati prodotti dermatologici che assottiglino lo strato cutaneo e non bisogna assolutamente esporsi ai raggi solari ; dopo il trattamento invece devono essere spalmate sulla pelle delle crema antibiotiche per circa una settimana.

Lo specialista dovrà fare delle medicazioni fino a quando non sarà compiuta una rigenerazione della pelle e si saranno formate delle crosticine.

La guarigione va da un periodo di 7 a 12 giorni , ma varia da persona a persona ; la guarigione sarà avvenuta solo dopo la caduta di tutte le crosticine, tuttavia la pelle rimarrà più sottile e delicata per cui è importante continuare a usare buone creme idratanti e proteggerla dal sole per almeno 3 mesi.

I prezzi in questo campo sono molto variabili in relazione al tipo di laser che viene utilizzato , alle aree trattate e soprattutto a seconda della clinica e dello specialista che copie il trattamento.
Una seduta per eliminare le macchie cutanee del viso va da 150 a 350 euro , mentre per il ringiovanimento completo del viso si hanno tariffe da 150 euro a 2000 euro.

Controindicazioni ed effetti collaterali del laser antiaging .

Il trattamento laser può provocare anche alcuni effetti collaterali , tra cui :

  • eritema
  • arrossamento per qualche settimana
  • bruciore nelle prime 24 ore
  • gonfiore per 3-4 giorni

Tra le controindicazioni ci sono :

Il laser è ovviamente uno solo dei trattamenti anti-aging tra quelli disponibili per mantenersi belle ( e belli ) più a lungo possibile. Ne esistono tanti altri tra cui creme , lifting di cui si parla ampiamente sia sul nostro sito che in blog specializzati come www.bellezzautentica.it .

Previous

Rughe del viso: cause e rimedi naturali

Next

Quali sono i benefici del carbone attivo o carbone vegetale ? Perché assumerlo come integratore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Disclaimer
*Le informazioni fornite su filnita.com sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, etc.).

Potrebbe Interessarti Anche