Pubblicità

Lettini portatili: quali vantaggi offrono e come sceglierli

I lettini da massaggio sono ormai uno strumento diffuso e utilizzato in molte professioni: li troviamo nei centri estetici, nei centri benessere, negli studi fisioterapici, negli studi medici e anche nei negozi dei tatuatori, tra le altre cose. Servono in primo luogo per adattarsi alle necessità del cliente e creare una determinata comodità durante una seduta.

Ma la realtà è che un lettino deve venire incontro anche al bisogno di chi lo utilizza, rispecchiando tutte le necessità e condizioni per l’uso che se ne fa. Infatti a primo impatto i lettini da massaggio possono sembrare tutti uguali, ma le differenze sono molte e vanno tutte valutate nel momento della scelta. In particolar modo, se la professione viene svolta a domicilio presso clienti o studi appositi, o tramite dei workshop, sarà necessario valutare i lettini massaggio portatili. Sono lettini appositi che si richiudono e danno la possibilità di trasportarli come se fossero delle valige. Ma non solo, vediamo insieme quali possono essere i vantaggi di avere un lettino richiudibile.

Che vantaggi ha un lettino portatile?

Un lettino per massaggio portatile ha la caratteristica di piegarsi facilmente per essere trasportato con il minimo sforzo da un posto a un altro. Ma valutiamo anche altri vantaggi di questo tipo di lettino:

  • Quando non deve essere usato, è possibile richiuderlo e riporlo da una parte dentro casa senza che occupi uno spazio ingombrante;
  • Anche se il lavoro viene svolto comunemente in uno studio, potrebbe presentarsi la necessità di andare a praticare il massaggio a casa di un cliente impossibilitato a muoversi per motivi medici, soprattutto se la professione che si pratica è inerente alla fisioterapia e alla riabilitazione;
  • Un lettino portatile può essere trasportato in vacanza nel caso in cui ci si voglia prendere un po’ di tempo per riposarsi ma con la necessità di non interrompere totalmente l’attività e le entrate economiche;
  • È sicuramente vantaggioso per chi è agli inizi con la propria attività lavorativa, potendo cominciare così a lavorare da casa per fare pratica e per cominciare a farsi conoscere. Questo consentirebbe di ovviare a grosse spese iniziali;
  • Rispetto ad altri tipi di lettini, quelli portatili possono avere dei prezzi più contenuti.

Caratteristiche dei lettini portatili

Una delle prime cose da valutare in un lettino da massaggio portatile è il peso, in quanto deve essere facilmente trasportabile. In genere si aggira intorno ai 10 o 20 kg, ma ne esistono anche di più robusti che possono arrivare fino ai 50 kg. La valutazione deve essere fatta considerando gli ambienti in cui devono essere trasportati: se il lavoro è a domicilio e ogni volta è possibile ritrovarsi in palazzine senza l’ausilio dell’ascensore, orientatevi verso qualcosa di più snello. Se lavorate appoggiandovi a uno studio associati e il luogo è sempre il medesimo, potete anche valutare un lettino più robusto.

Come optional, questi tipi di lettini sono dotati di braccioli removibili e da altre parti che possono essere allungabili. Questo fattore è molto importante, in quanto bisogna essere pronti a far accomodare anche le persone più alte. La lunghezza media va dai 185 ai 195 cm, ma è possibile scegliere un modello con sezione allungabile. Mentre la larghezza del lettino deve essere tale da permettere sia la comodità del cliente nelle diverse posizioni supine, sia quella del professionista che deve poter arrivare a massaggiare ogni angolo del corpo senza impedimento. Ne consegue che la larghezza debba essere maggiore di 75 cm, tuttavia esistono alcuni modelli con misura minore nel caso in cui un particolare trattamento necessiti una vicinanza totale con il corpo del paziente.

Dal momento in cui si è consapevoli del trasporto che si farà con un lettino portatile, è bene valutare anche le borse per il trasporto che danno in dotazione. Non tutti i modelli ne hanno una, ma è sicuramente un optional vantaggioso in quanto agevole nel portarsi dietro il lettino, soprattutto nelle giornate piovose.

Valutare il materiale del telaio in un lettino da massaggio

A differenza dei tradizionali lettini da massaggio, quelli portatili devono essere scelti con un criterio importante: non si devono usurare o rompere velocemente. Questo ha bisogno di un materiale di qualità, che non si pieghi facilmente sotto il peso dei clienti e della pressione del massaggio e che, al tempo stesso, non costituisca un eccessivo peso di trasporto.

In particolar modo è necessario assicurarsi che l’acciaio della struttura del lettino sia di alta qualità, perché altrimenti si piegherà facilmente, rompendosi e potendo creare danno alla persona distesa. Generalmente un telaio in acciaio è più leggero e più facile da gestire nel trasporto. Ma se preferite andare su un classico legno, preoccupatevi di verificare personalmente che la struttura del lettino che vi sarà dato non abbia un legno troppo nodoso o con presenza di spaccature stuccate. Questo eviterà il formarsi di eventuali fessure nel tempo che potrebbero destabilizzare o piegare il telaio del lettino.

Previous

Come riconoscere un cibo di qualità per cani e gatti: imparare a leggere le etichette

Next

Massa muscolare e sistema immunitario: correlazioni e consigli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Disclaimer
*Le informazioni fornite su filnita.com sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, etc.).

Potrebbe Interessarti Anche