Pubblicità

Il frutto della passione, o maracujà, è un frutto originario del Brasile molto ricco di vitamine, carotenoidi, potassio e ferro. In cucina si utilizza ampiamente per la realizzazione di succhi e cocktails, ma è anche un originale accompagnamento per cene di pesce, specialmente di crudi, o per dare un tocco esotico alle insalate; ottimo anche l’abbinamento con il cioccolato e con lo yogurt. Invece come rimedio naturale, il frutto della passione è molto utile contro la cellulite, in quanto aiuta a combattere la ritenzione idrica. Scopriamo insieme tutte le proprietà del frutto della passione e i benefici che apporta alla salute, partendo dalle caratteristiche generali.

Frutto della passione (maracujà): caratteristiche generali

La pianta della maracuja, il cui nome scientifico è Passiflora Edulis, appartiene alla famiglia delle Passifloraceae ed è originaria delle regioni tropicali, in particolare dal Brasile Si tratta di una pianta rampicante nota anche come frutto della passione, nome che non ha nulla a che vedere con le proprietà afrodisiache attribuite perché evocate dal sostantivo “passione”. Invece, questo nome ha origine da alcuni elementi che formano il fiore e che ricordano la crocefissione di Gesù Cristo. Infatti, se si osserva con attenzione la corolla del fiore è possibile associare la sua immagine ad una corona di spine mentre i pistilli portano alla mente i chiodi della crocefissione.

Il frutto ha forma ovale e presenta all’interno una polpa giallastra morbida e profumata, contenente tanti semini edibili. La buccia, non commestibile, è piuttosto spessa e robusta, di un colore che varia dal giallo al viola scuro, a seconda della specie a cui appartiene. Il gusto della maracuja nel complesso è dolce, ma con una punta acidula che lo rende particolare.

Le specie più conosciute di frutto della passione sono la Passiflora edulis, detta anche maracujà viola, e la Passiflora edulis flavicarpa, detta anche maracujà gialla. La pianta della maracuja, se piantata su un terreno con la giusta umidità, fertile e ben drenato, cresce rigogliosa e può raggiungere anche un’altezza di 20 metri in un anno. La pianta fiorisce nella stagione estiva, da luglio a settembre, e presenta splendidi fiori bianchi con il centro color viola a sfumature rosa. In genere questa pianta vive poco, non oltre 7-8 anni dalla piantumazione.

Visto la quantità innumerevole di specie, la maracujà si trova come pianta rampicante, a portamento lianoso, arbustivo, erbaceo, annuale e perenne, con un fusto di diversa forma e consistenza. Inoltre, la maracujà viene anche utilizzata per fare bellissimi pergolati. Le foglie sono presenti in maniera alterna e sono anche differenti per forma, dimensioni e consistenza, variabili a seconda della specie.

Questo frutto esotico dalle particolari proprietà è ancora poco diffuso in Italia. Il frutto della passione è però reperibile nelle grandi catene di supermercati e nei negozi specializzati, ma non si trova facilmente poiché non è presente con regolarità. Molto diffusi sono invece i succhi di frutta ricavati dal frutto della passione, utilizzati per creare cocktail alcolici e analcolici e molto apprezzati per il loro ottimo gusto.

Frutto della passione: le proprietà

Questo frutto, grazie alle straordinarie caratteristiche nutrizionali, presenta proprietà antiossidanti e antinfiammatorie ed è in grado di proteggere la pelle contro gli agenti atmosferici e di contrastare l’azione dei radicali liberi. Secondo degli studi recenti, infatti, pare che le proprietà antiossidanti contenute nel frutto grazie ai flavonoidi, agiscono con una profonda azione anti-rughe e contrastano l’invecchiamento precoce. Inoltre, i flavonoidi agiscono come protezione verso tutte le varie patologie originate dall’invecchiamento cellulare, soprattutto le neoplasie e i problemi cardiovascolari.

Composto per la maggior parte da acqua, e anche da grassi, proteine, fibre alimentari, carboidrati, zuccheri, sali minerali e anche tante vitamine, questo frutto ha ottime proprietà digestive e agisce sull’organismo favorendo la regolarità intestinale. La maracujà ha anche proprietà antidolorifiche e funge da analgesico in presenza di stati infiammatori di varia natura. Inoltre, le sue proprietà calmanti sono un valido aiuto contro lo stress e le sue proprietà espettoranti agiscono con grandi risultati sul sistema respiratorio, soprattutto in caso di asma e altri problemi di respirazione.

Frutto della passione (maracujà): i benefici per la salute

Conosciuto per i suoi innumerevoli benefici, il frutto della passione migliora la salute del cuore e dell’intestino. La sua polpa è digeribile e contiene una grande quantità di pectina, una fibra alimentare solubile che si trova anche in frutti come mele e pere e perfetta per favorire la regolarità intestinale. Questa caratteristica aiuta a combattere la stipsi e a preservare il colon, è utile per prevenire la colite e può apportare benefici in caso di gastrite grazie alla presenza di mucillagini. Inoltre, la pectina che si trova nel frutto della passione forma nello stomaco una sostanza molto simile alla gelatina che provoca un senso di sazietà e ritarda l’assorbimento dei carboidrati, apportando benefici sul metabolismo dei grassi e sull’accumulo di colesterolo.

Il frutto della passione è anche un valido alleato contro la cellulite e la ritenzione idrica e favorisce la pulizia delle arterie, proteggendo il cuore e l’apparato cardiovascolare. La maracujà ha anche un effetto benefico nei soggetti affetti da diabete di tipo 2. A dimostrarlo è una ricerca pubblicata nel 2012 da Nutrition Journal, secondo la quale il frutto sarebbe in grado di ridurre l’insulino-resistenza.

Efficace per combattere anche lo stress, il frutto della passione apporta benefici al sistema nervoso, agli stati d’ansia e all’insonnia: basta preparare un infuso e i disturbi scompariranno. Notevoli i benefici anche sulla pelle3, grazie alla presenza della vitamina A che mantiene in salute le mucose e la pelle e aiuta a proteggere l’organismo dal tumore ai polmoni e alla cavità orale.

La maracujà (frutto della passione) fa bene anche alla vista: la presenza sempre della vitamina A e del beta-carotene apporta notevoli benefici alla salute degli occhi, prevenendo cataratta, degenerazione maculare e cecità. Il frutto agisce con grandi benefici anche sulla pressione sanguigna, grazie al buon contenuto di potassio, che rilassa le pareti dei vasi sanguigni e permette un maggior afflusso di sangue. Una volta che la pressione sanguigna viene diminuita si ha un aumento della salute cardiovascolare.

Frutto della passione: valori nutrizionali e calorie:

Ecco i valori nutrizionali del frutto della passione:

  • Grassi 0,7 g
  • Colesterolo 0 mg
  • Sodio 28 mg
  • Potassio 348 mg
  • Carboidrati 23 g
  • Zuccheri 11 g
  • Fibre 10 g
  • Proteine 2,2 g
  • Calorie: 90 Kcal Valori ogni 100 gr.

Maracujà: tutti gli utilizzi

Piuttosto conosciuta per il succo ricavato dalla pola, la maracujà è molto utilizzata nei cocktail e in altre bevande per esaltarne il sapore e il gusto. Il frutto fresco è ottimo sia consumato al naturale, magari tagliato a metà e spolpato con un cucchiaino, sia sotto forma di creme, mousses e gustose marmellate, ma anche sorbetti, dessert e fantastiche salse. Perfetto da aggiungere a allo yogurt bianco e nei frullati esotici, o come salsa per condire pesci e frutti di mare, il maracujà accompagna ogni alimento con il suo sapore forte e deciso, infondendo quel pizzico di intensità che non guasta. Anche le bucce e i semi del maracujà vengono utilizzati, i primi come cibo per gli animali, i secondi per l’estrazione dell’olio.

Anche nel settore della cosmetica il frutto della passione viene utilizzato come ingrediente per preparare bagnoschiuma, shampoo idratanti, gel per la pelle, creme profumate, oli per massaggi, sali da bagno e perfino deodoranti per ambienti.

Frutto della passione: controindicazioni ed effetti collaterali

Generalmente il frutto della passione non rivela controindicazioni particolari o effetti collaterali, però vi sono almeno due casi in cui il frutto va consumato con moderazione, per non incorrere in disturbi fastidiosi. Il primo riguarda i disturbi intestinali: se non volete avere dolori addominali o crampi fastidiosi è meglio evitare di consumare il frutto in quantità eccessive. Il secondo caso riguarda i soggetti allergici o intolleranti al lattosio, e anche loro non devono eccedere nel consumo del maracujà. Inoltre, anche le persone allergiche al frutto stesso o al lattice devono sospenderne il consumo per non creare problemi allo stomaco.

Previous

Bacche di Acai: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni

Next

Torta all'arancia e dolci con le arance: ricette facili e veloci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Disclaimer
*Le informazioni fornite su filnita.com sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, etc.).

Potrebbe Interessarti Anche