Pubblicità

La rucola è un’erba che cresce spontanea ed è molto apprezzata dai buongustai della tavola. Con il suo sapore piccantino conquista molti palati e li si trova in diversi piatti, specie quelli freddi, ideali per l’estate, ma anche nella pizza e nella pasta.

Tuttavia alcuni la snobbano perché si tratta solo di un’erba che apparentemente non ha nulla d’importante. Invece andiamo a dimostrarvi che state per ricredervi. Scopriamo in questo articolo le proprietà della rucola, i benefici per la salute, tutti gli usi e le eventuali controindicazioni.

Rucola: caratteristiche e curiosità

La rucola è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Brassicaceae. Originaria del Mediterraneo e dell’Asia centro-occidentale è ormai molto diffusa.

Cresce prevalentemente in terreni fertili e sabbiosi ma essendo una pianta rustica si adatta facilmente. Si semina in primavera ed il ciclo vitale della pianta si conclude entro poche settimane, la si coltiva direttamente a terra (ma nessuno v’impedisce di metterla in vaso), predilige i luoghi assolati e le annaffiature sporadiche, non sopporta il vento.

La rucola si presenta come una piccola piantina verde dalle lunghe foglie lanceolate, i fiori sono molto piccoli e bianchi.

Le foglie si raccolgono quando son ben sviluppate, dopo poche settimane dalla semina, fra marzo e giugno.

Rucola selvatica e rucola domestica: differenze

  • rucola selvatica: foglie allungate e frastagliate e fiori di colore giallo vivo, sapore più forte;
  • rucola domestica: foglie più larghe e arrotondate nella parte superiore e fiori di colore bianco-grigiastro, sapore meno intenso.

Curiosità: era già nota ai tempi dei romani che la consideravano un’erba afrodisiaca, questa proprietà non è stata accertata ed è forse frutto di una diceria tramandata appunto dall’antica Roma.

Rucola: proprietà e benefici

La rucola è apprezzata per il suo sapore ma anche per i benefici che apporta all’organismo.

Vediamo quali sono le proprietà della rucola:

  • proprietà depurative e diuretiche, aiuta ad espellere le tossine dall’organismo e favorisce la diuresi;
  • proprietà digestive, un ottimo rimedio contro la dispepsia;
  • proprietà stimolanti e toniche, in particolare indicata contro l’astenia;
  • proprietà antiscorbutiche, perché ricca di vitamina C;
  • proprietà carminative, aiuta a combattere la formazione di gas intestinali;
  • proprietà aperitive, in quanto stimola l’appetito;
  • proprietà antianemiche, la rucola è una perfetta alleata contro l’anemia;
  • proprietà epatoprotettive, è alleata del fegato lo protegge e lo aiuta a depurarsi dalle tossine;
  • proprietà rinforzanti, rinforza le unghie e le ossa;
  • ottima in gravidanza per via dell’acido folico contenuto che previene le malformazioni del feto;
  • proprietà rilassanti, la rucola aiuta ad allontanare lo stress, è un buon rimedio contro l’insonnia ed aiuta a stabilizzare l’umore;
  • proprietà antiossidanti, aiuta a rallentare e contrastare i danni causati dai radicali liberi;
  • protegge la pelle e gli occhi;
  • stimola il sistema immunitario e lo rinforza;
  • aiuta a contrastare i mali di stagione (tosse, laringite, raffreddore, influenza e raucedine);
  • proprietà antitumorali, ovvero previene la formazione di cellule tumorali (ATTENZIONE: non sostituisce le cure chemioterapiche in quanto non è in grado di debellare la cellule tumorali già esistenti);
  • stimola il metabolismo ed aiuta a metabolizzare meglio gli alimenti;
  • aiuta a proteggere lo stomaco dalla formazione di ulcere;
  • aiuta a regolarizzare la pressione sanguigna;
  • aiuta a combattere l’eccesso di colesterolo nel sangue;
  • aiuta a placare la tosse nervosa;
  • aiuta a combattere la stipsi;
  • aiuta a tenere sotto controllo il diabete;
  • proprietà antibatteriche.

La rucola è afrodisiaca? Molti la reputano tale, tentar non nuoce, fa comunque bene alla salute. Passiamo ad un’esplorazione ravvicinata di ciò che contiene quest’erba.

Ecco quali sono i  valori nutrizionali della rucola:

  • vitamine K, A, C, J, E, B12, B2, B3, B5, B6;
  • fibre;
  • sali minerali (zinco, ferro, potassio, selenio, manganese, rame, sodio, magnesio, fosforo e calcio);
  • beta-carotene;
  • acqua;
  • flavonoidi;
  • luteina;
  • zeaxantina.

Rucola: utilizzo e rimedi naturali

La rucola è ottima da gustare ma è utile anche come rimedio naturale. Un buon esempio è la tisana della buona notte. Si fanno bollire un po’ di foglie di rucola, si filtra e si beve la sera. Ottimale per chi ha difficoltà ad addormentarsi.

Vediamo alcune ricette.

Tisana della buona digestione

occorrente:

  • 6 foglie di rucola
  • mezzo cucchiaino di semi di finocchio
  • un pezzettino di zenzero

Porre tutto a bollire, attendere 5 minuti, filtrare e bere dopo i pasti.

Tisana alla rucola rilassante

occorrente:

  • 6 foglie di rucola
  • 1 cucchiaio di melissa secca
  • 1 cucchiaino di valeriana secca

Porre tutto a bollire, spegnere e coprire lasciando riposare 5 minuti. Filtrare e bere a bisogno.

Tisana della buonanotte

occorrente:

Porre tutto a bollire per 8 minuti. Filtrare e bere un’ora prima di andare a dormire.

Tisana contro la tosse

occorrente:

Porre tutto a bollire per 6 minuti. Filtrare e bere a bisogno dolcificando con poco miele.

Tisana depurativa

occorrente:

  • 1 cucchiaio di tarassaco secco
  • 5 foglie di rucola

Porre le erbe a bollire per 5 minuti, filtrare e bere a digiuno.

La rucola può essere utilizzata per condire insalate, pasta e pizza, ma è ottima anche sul carpaccio di bresaola e di salmone, con aggiunta di limone ed olio evo. Leggi anche: Ricette con la rucola.

Consigli per l’acquisto: quando compriamo la rucola assicuriamoci che le foglie siano di un verde intenso e fresche, con i bordi ben definiti. E’ vero che si conserva in frigo, ma per pochi giorni perciò è meglio consumarla subito.

Rucola: controindicazioni ed effetti collaterali

La rucola non ha particolari controindicazione, ma non è un farmaco e non lo sostituisce, bisogna comunque chiedere sempre il parere del medico in situazioni particolari di malessere o patologie croniche. Sconsigliata ai soggetti allergici, a chi soffre di calcoli ed insufficienza renale e a chi assume farmaci anticoagulanti. Se consumata in dosi elevate può irritare l’organismo.

Questo articolo non ha carattere medico ma informativo, pertanto non è da considerarsi una prescrizione medica.

Previous

Perdite in gravidanza: cause, come comportarsi e quando preoccuparsi

Next

Malva: proprietà, benefici e controindicazioni

1 comment

  1. Alla mia età utilizzo tutte le erbe è tutti i legumi e vi ringrazio x aggionarmi di nuovi proprietà benefiche di vari erbe grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Disclaimer
*Le informazioni fornite su filnita.com sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, etc.).

Potrebbe Interessarti Anche