Pubblicità

Scooter per anziani e disabili: cosa sono? come funzionano? tutti gli accessori

Quando si parla di scooter per anziani e disabili, si ha a che fare con dei veicoli elettrici totalmente compatibili, oltre che maneggevoli, che permettano la totale e piena autonomia della persona che lo utilizza.

Veicoli pensati proprio a questo scopo: garantire autonomia e libertà di movimenti.

Vediamo insieme: cosa sono, come funzionano e tutti gli accessori che possiedono.

 

Cosa sono

Gli scooter per anziani e disabili sono piccoli veicoli altamente performanti, dal prezzo abbastanza ridotto rispetto ad un più comune scooter. Ne esistono diversi in commercio e di vari modelli, in base anche alla necessità e ai vari bisogni.

Sono tra i veicoli di trasporto autonomo più sicuri esistenti, che possono davvero cambiare la vita di una persona in là con l’età o di un disabile, o ancora di un soggetto in sovrappeso, con gravi difficoltà motorie.

Questi piccoli veicoli permettono di spostarsi liberamente all’aperto, in totale sicurezza, consentendo libertà di movimento e autonomia.

Insomma un vero ausilio fisico, che però si ripercuote poi anche sul benessere e la serenità mentale del soggetto stesso.

Procurarsene uno non è difficile, soprattutto grazie alle numerose detrazioni fiscali, agli incentivi e agli sconti presenti che ne ammortizzano di molto il prezzo.

 

Come funzionano

Gli scooter per anziani e disabili hanno una guida molto facilitata, oltre che sicura. Permettono di spostarsi su strade asfaltate di città, con una serie di sistemi di sicurezza, come ad esempio l’antiribaltamento del sedile, al fine di evitare brusche e improvvise frenate, oppure il segnalatore acustico, per evitare di scontrarsi con oggetti sul retro.

Va da sé che anche la velocità sia notevolmente ridotta, proprio per una questione di sicurezza del guidatore, e per limitare, quanto più possibile, danni e/o incidenti.

 

Caratteristiche fisiche

Gli scooter si compongono di 2 parti principali:

  • Sedile: in grado di ospitare persone dal peso variabile in base al modello, è dotato di braccioli e a volte anche di un poggiatesta, perfettamente imbottito in spugna e rivestito con cotone, o comunque materiale antimacchia e resistente all’acqua. I sedili sono tutti spesso regolabili in altezza e inclinazione;
  • Pedana: dotata di quattro ruote, un motore e un manubrio. La pedana è sempre molto ampia, per agevolare il posizionamento di entrambi i piedi, ed è spesso anche antiscivolo. Il manubrio è identico a quello dei classici scooter, ma con impugnature più comode. Ha sempre specchietto retrovisore, freni e plancia dei comandi, per attivare le luci e il motore. A volte il manubrio viene proposto come un’unica barra, questo per adattarsi anche alle persone con difficoltà di movimento delle braccia. Per quanto riguarda le ruote, invece, sono sempre 4, ma a volte quelle anteriori hanno un asse più stretto per agevolare ulteriormente la guida;

In sostanza, si ha a che fare con dei veri e propri scooter dotati di poltrona; addirittura alcuni presentano una vera e propria cabina chiusa nella parte superiore, ma ovviamente i costi sono molto maggiori.

 

Caratteristiche tecniche

Questi scooter hanno un motore elettrico che viene ricaricato attraverso la classica presa elettrica. Si tratta di un motore ecologico e poco inquinante. Solitamente ha un’autonomia massima di 40-45 Km, ma alcuni modelli hanno anche un sistema di recupero energetico, che si attiva in frenata.

La velocità massima è di 15 km/h, almeno per i più potenti, 10-12 km/h per gli altri.

Molto silenzioso e con un numero variabile di batterie, di solito una coppia della dimensione 12 v per 50 Ah.

I prezzi sono ovviamente influenzati anche da tutte queste caratteristiche, fisiche e tecniche sopra riportate.

 

Gli accessori

In base al modello che si sceglie, gli accessori possono variare.

Vediamo i principali sempre presenti:

  • Luci: di solito di tratta di LED e servono per i fanali anteriori, gli stop e gli indicatori direzionali. Senza dimenticare i dispositivi catarifrangenti ai lati;
  • Dispositivo Antiribaltamento: ottimo sistema di sicurezza, che frena in automatico quando vi è un dislivello troppo alto;
  • Emergenza: le 4 frecce;
  • Caricabatterie: per ricaricare su qualsiasi presa lo scooter;
  • Cestino portaoggetti;
  • Freni elettromeccanici: attivabili da pulsante su manubrio o freno;
  • Avvisatore acustico: che avverte il guidatore quando vi sono oggetti ad una distanza troppo ravvicinata al retro dello scooter;
Previous

Come coltivare ciliegie in giardino o in vaso. Come piantare, potare e curare il ciliegio

Next

Aglio rosso di Sulmona: i Presìdi Slow Food, che cos’è, proprietà e benefici, come cucinarlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Disclaimer
*Le informazioni fornite su filnita.com sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, etc.).

Potrebbe Interessarti Anche